Sei in » Cronaca
20/06/2016 | 12:48

Daniele Sergi, 23 anni originario di Corsano, Ŕ stato arrestato ieri dai Carabinieri di Gagliano del Capo con le accuse di coltivazione e detenzione per spaccio di sostanze stupefacenti. In casa coltivava 8 piante di marijuana, oltre a eroina, cocaina e hashish.


La droga sequestrata dai Carabinieri


Corsano. Aveva allestito un vero e proprio bazar di droga, Daniele Sergi, 23enne originario di Corsano. Il giovane è stato trovato in possesso di svariate quantità e tipologie di sostanze stupefacenti, tra le quali spiccava una fiorente piantagione di marijuana. Il 23enne salentino è stato pizzicato nella mattinata di ieri dai Carabinieri della stazione di Gagliano del Capo, insospettivi da vario tempo dal giovane. I militari, infatti, da alcune settimane sospettavano qualcosa e così, ieri, la Procura della Republica di Lecce ha dato il via libera a una perquisizione domiciliare.
 
I Carabinieri del comune di Leuca, quindi, si sono presentati presso l’abitazione del giovanotto, convinti di poter trovare qualcosa di illecito. Il loro intuito non si sbagliava. Nella cantina dell’appartamento, infatti, e sul lastrico dietro ad alcuni pannelli solari, è stato ritrovato di tutto. Eroina, hashish, cocaina, e ben otto le piantine di marijuana, deposte in altrettanti vasi, conservate in una piccola serra artigianale, naturalmente completa di lampade e di un impianto di essiccazione.
 
Non solo. Accanto a tutto questo vi erano anche 76 grammi di marijuana pronta per essere spacciata sul mercato, 30 grammi di hashish, 3 di eroina e 4 grammi di cocaina. Insomma, una vera e propria vasta gamma di prodotti. Nella casa, poi, i militari hanno ritrovato tutto quello che il mestiere richiedeva: un bilancino di precisione, fertilizzanti ed attrezzatura varia destinata alla coltivazione, taglio e confezionamento della droga.
 
Per tutti questi motivi, Sergi è stato accompagnato in Caserma dove sono state espletate tutte le formalità di rito. Al termine, è stato dichiarato in arresto con le accuse di coltivazione e detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Attualmente si trova in regime di arresti domiciliari, all’interno della sua abitazione.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |